Slovenia vs Croazia per il Prosciutto Istriano

A seguito dell’obiezione della Slovenia alla richiesta della Croazia sulla protezione di Denominazione di Origine Protetta del Prosciutto Istriano, Istarski Pršut , i deputati europei croati Tonino Picula e Ruza Tomasic hanno notificato alla Commissione Europea che al Prosciutto Istriano era stato concesso lo status di protezione in Croazia, ancora nel 2011, in conformità con le normative UE. Questa non è la prima volta che la Slovenia contesta le richieste della Croazia sull’origine dei prodotti tipici.

Così come per i vini Prosek, che viene contestato dall’Italia, ed il Teran, questo viene ritenuto un tentativo di eliminare la concorrenza nel mercato comune, attraverso l’intervento delle istituzioni europee. Tomasic vuole sapere se la Commissione intende prendere delle misure per evitare che la Croazia sia messa ancora in una posizione iniqua.

Il Ministro dell’Agricoltura Croato, ha annunciato che la Slovenia ha fatto opposizione alla richiesta di protezione croata per il Prosciutto Istriano. Se la Commissione dovesse valutare l’obiezione infondata, la procedura di protezione procederebbe secondo il suo iter, ma se al contrario dovesse ritenerla ben fondata la negoziazione tra Slovenia e Croazia procederebbe.

Secondo il Ministro dell’Agricoltura Sloveno il nocciolo dell’obiezione sta nel fatto che un prodotto dal nome Prosciutto Istriano, viene già prodotto in Slovenia dalla Kras Sezana since 1996, e la protezione della DOP “Prosciutto Istriano” può ostacolarne la vendita del nel mercato croato.

Pubblicazione della domanda di registrazione della DOP Istarski Pršut»

Share and Enjoy:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>