Alimentare: Coldiretti, prosciutti Dop per 1 italiano su 3

Quasi un italiano su tre (29%) acquista regolarmente prosciutti a denominazione di origine (Dop) che vengono ottenuti secondo precisi disciplinari di produzione che garantiscono la sicurezza e la qualità  del prodotto.

E’ quanto afferma la Coldiretti sulla base di una indagine Swg nel sottolineare che il mancato rispetto delle norme evidenziato nell’operazione condotta dai Nas mette a rischio la credibilità  di un patrimonio del Made in Italy in Italia e all’estero.

Prosciutto di Parma DOP

”Se – sottolinea la Coldiretti – il prosciutto è sulle tavole di piu’ di 15 milioni di italiani all’estero le esportazioni di prosciutto di Parma hanno registrato un aumento del 4% per un giro di affari complessivo di 1,5 miliardi di euro mentre la crescita all’estero per il prosciutto San Daniele è stata del 2% nel 2011”.

”In Italia – prosegue la Coldiretti – si sono prodotte, nel 2011, 24,5 milioni di cosce di maiale, mentre ne sono state importate 67 milioni destinate, con la trasformazione e la stagionatura, a diventare prosciutti “Made in Italy” (tra crudi e cotti) perché non è obbligatorio indicare la provenienza della carne di maiale in etichetta, a differenza per quello che avviene per quella bovina dopo l’emergenza Bse”.

”I prosciutti italiani a denominazione di origine protetta che garantiscono l’origine sono – conclude la Coldiretti – Parma, San Daniele, Toscano, Modena, Carpegna e Berico Euganeo

Torta “sarda” filante con San Daniele

Sardegna e Friuli si incontrano… in un piatto!
Una ricetta del genere fa viaggiare con la mente attraverso il gusto.
Ecco gli ingredienti e la preparazione. Gustatevela per bene!

  • 3 dischi di pane carasau (o carta musica)
  • 70 gr di San Daniele
  • 500 gr di mozzarella
  • 200 gr di crescenza
  • 2 cucchiai di pecorino grattugiato
  • olio extra vergine di oliva
  • fior di sale
Torta “sarda” filante con San Daniele

Torta “sarda” filante con San Daniele

 

Accendere il forno a 200° C. Scaldare 250 ml di acqua e unirvi due cucchiai di olio, mescolando bene. Tagliare a fettine sottili le mozzarelle, a cubetti la crescenza, a listarelle il San Daniele. Scegliere una teglia da forno rotonda, preferibilmente antiaderente. Ungere il fondo con un cucchiaio di olio e ricoprirlo con due fogli di pane carasau. Bagnare con metà dell’emulsione, quindi aggiungere i formaggi e il San Daniele precedentemente preparati. Coprire con l’ultimo foglio di carasau e bagnare con il resto dell’emulsione. Completare con un giro d’olio, il pecorino grattugiato e un pizzico di fior di sale. Infornare a metà altezza, per circa 30 minuti o fino a che la torta non risulti ben cotta sul fondo. Eventualmente, dorare 2-3 minuti con il grill.

Filoncini di patate con San Daniele

San Daniele, oltre ad essere un noto santo, è il nome della città in cui viene prodotto l’omonimo prosciutto.
L’avrai assaggiato spesso accompagnato ad un buon panino, ma dentro un filoncino di patate ti assicuriamo che sarà uno spettacolo.
Vuoi provarlo? Noi ti diamo la ricetta, il resto sta a te!
INGREDIENTI:
Filoncini di patate e prosciutto San Daniele

Filoncini di patate e prosciutto San Daniele

  • 300 gr di patate già sbucciate
  • 70 gr di prosciutto di San Daniele
  • 300 gr di farina
  • 2 tuorli d’uovo
  • 150 gr di burro
  • latte
  • olio extra vergine d’oliva
  • sale e noce moscata qb

Tenere il burro fuori dal frigo, in modo che si ammorbidisca. Tagliare a listarelle il Prosciutto di San Daniele e metterlo da parte. Tagliare a quarti le patate e lessarle in una casseruola con metà dose di acqua leggermente salata e metà di latte, per circa 15 minuti o fino a che non inizino a disfarsi. Scolarle e ridurle in purea con lo schiacciapatate. Unire alla purea il burro morbido, i tuorli, una grattugiata di noce moscata e, man mano la farina. Salare solo se serve. Aggiungere il Prosciutto di San Daniele e inglobarlo all’impasto. Formare dei filoncini, ungerli di olio e cuocerli in forno già caldo per circa 30 minuti, o fino a che non risultino dorati.