Carne salada, Mortandela, Luganega e Speck: le specialità della salumeria Trentina!

(lavocedeltrentino.it) – Carne salada, mortandela, luganega e speck: sono queste le specialità della salumeria trentina che possono fregiarsi, accanto ad altre produzioni agroalimentari d’eccellenza, del marchio “Qualità Trentino” e che, da oggi, possono presentarsi ai consumatori con una ulteriore garanzia, quella di una filiera certificata ISO 22005, dalla stalla al negozio, nata all’interno del progetto Origine Garantita Trentinosalumi e frutto di un anno d

i lavoro del Consorzio Produttori Trentini di Salumi con il coinvolgimento di 23 allevamenti, 3 impianti di macellazione e altrettanti di sezionamento.

L’iniziativa è stata presentata oggi in Provincia da “Trentinosalumi”.

“I consumatori – spiega Loris Largher, presidente del consorzio – potranno scegliere in tutta sicurezza una carne nata e allevata in un territorio delimitato nonché macellata e lavorata solo in Trentino dalle nostre aziende consorziate”.

L’assessore all’agricoltura Michele Dallapiccola: “Un’iniziativa in cui la politica riceve giovamento dall’intrapresa privata e che aggiunge valore alla promozione dei nostri prodotti a marchio Qualità Trentino non solo nei confronti dei consumatori di casa nostra ma anche del sistema turistico”.

Il “patto di filiera” che allevatori, macellatori e impianti di sezionamento della carne hanno stretto con il Consorzio Produttori Trentini di Salumi è stato verificato e accreditato da CSQA Certificazioni.

Il certificato (n.36394 emesso l’11 luglio 2014) garantisce per il prodotto mezzene e tagli anatomici di carne suina, venduti sfusi o confezionati sottovuoto e identificati dalle diciture “carne per QT” o “carne destinata a QT” del Consorzio Produttori Trentini di Salumi, la conformità allo standard UNI EN ISO 22005:2008 Rintracciabilità nelle filiere agroalimentari.

Nata per rendere disponibile carne garantita per la produzione di salumi a marchio Qualità Trentino, la filiera Origine Garantita Trentinosalumi traccia 22 elementi significativi: gli allevamenti di nascita, gli allevamenti di ingrasso, l’ubicazione degli allevamenti, la sede e la data di macellazione, il numero e il peso dei suini macellati e il lotto di macellazione; sede e data di lavorazione e sezionamento, ubicazione dei macelli e dei centri di sezionamento, lotto del prodotto sezionato, data e sede di lavorazione, lotto e quantità dei prodotti; cliente destinatario, data, tipologia, quantità e lotto del prodotto finito.

“Crediamo fortemente nei valori dei nostri consumatori, valori che condividiamo – spiega Loris Largher – perché consideriamo noi stessi e le nostre famiglie i nostri primi consumatori. 

L’opportunità di poter offrire carni di ottima qualità e strumenti per poterle identificare e scegliere è un sevizio che abbiamo scelto di garantire, e con il marchio Origine Garantita Trentinosalumi diamo forma grafica all’impegno che da sempre mettiamo nel nostro lavoro.”

(http://lavocedeltrentino.it/index.php/breaking-news-trentino/18236-qualita-trentino-la-filiera-certificata-dall-allevamento-al-negozio)

Decimo anniversario della Speckfest Alto Adige: la Val di Funes in festa

Dal 28 al 30 settembre 2012, a Santa Maddalena in Val di Funes, ai piedi delle Odle, si terrá la decima edizione della Festa dello Speck Alto Adige. L’evento è all’insegna dello speck Alto Adige IGP (indicazione geografica protetta), contraddistinto dalla classica pettorina verde. Per tre giorni ospiti italiani e stranieri potranno festeggiare, divertirsi stando insieme e degustare prelibatezze a base di speck, immersi in uno dei più affascinanti paesaggi alpini dell’Alto Adige.

Speckfest Alto Adige

Speckfest Alto Adige

Come ogni anno il momento principale della tradizionale festa dello speck sarà rappresentato dalla sorpresa a base di speck. Oltre ai tradizionali piatti a base di speck Alto Adige IGP, l’evento offrirà anche pane fragrante, un mercato di prodotti contadini, giochi per i bambini e tanta musica.

Speckfest Alto Adige

Speckfest Alto Adige

La festa nasce da un’iniziativa comune dell’Associazione Turistica Val di Funes, del Consorzio Speck Alto Adige e dell’EOS – Organizzazione export Alto Adige della Camera di commercio di Bolzano, ed è supportata da tutte le associazioni della vallata. Il programma dettagliato dell’evento è reperibile alla pagina web http://www.speckfest.it/. Contemporaneamente alla festa dello speck si svolgerà a Bressanone il tradizionale Mercato del pane e dello strudel Alto Adige”.

Game Speck Alto Adige, l’app per apprezzare (e affettare) lo Speck

Siete convinti di sapere affettare bene i salumi?
Sapete affettare bene uno speck e possedete un iPhone? Ora potete sfidare gli altri affettatori digitali grazie a Game Speck Alto Adige, app per iPhone creata dalla Camera di commercio dell’Alto Adige per promuovere il famoso prosciutto affumicato.

Con Game Speck, l’utente viene chiamato ad affettare un pezzo di speck virtuale, con lo smartphone trasformato in coltello da cucina, confrontandosi con altri tagliatori da telefonino e rendendo le proprie performance pubbliche on line.

App Game Speck

App Game Speck

E poi, l’app aiuta ad imparare: al suo interno, consigli pratici per come tagliare lo speck in realtà e come conservarlo nel modo migliore, aumentando il gusto.

Anche qui è il caso di dirlo, aff(r)ettattevi a scaricarla: http://itunes.apple.com/it/app/game-speck-alto-adige

Gailtaler Speck: ad Hermagor la festa dell’affumicato della Carinzia

Ami lo speck? Vuoi passare un weekend a gustare i migliori speck prodotti in carinzia?
Vogliamo segnalarti l’appuntamento che fa per te… hai già l’acquolina? Ci crediamo!

Dovrete varcare il confine e raggiungere Hermagor in Austria dove, domani e dopodomani, 2 e 3 giugno, si terrà la 20° edizione della Gailtaler Speckfest.

La manifestazione gastronomica, che ha per protagonista il famoso Speck IGP della Valle del Gail, si svolgerà in due giornate intense di attività: sarà infatti possibile visitare il mercato dei produttori di Gailtaler Speckfest, degustare ottime pietanze a base di Speck e vistare aziende di produzione per scoprire i segreti della realizzazione di questo unico prosciutto crudo affumicato!

Questo il programma:

Sabato & Domenica
mercato dei Produttori di „Gailtaler Speck“, danze e musiche folcloristiche, programma per i bambini, FRIGGA“ (frico) tradizionale preparazione del piatto tipico della valle di Gail.

Sabato, 2. giugno 2012
ore 8 – Prima Colazione con „Gailtaler Speck
ore 10 – Innaugurazione della festa con taglio dello Speck in piazza Wulfenia
ore 13.30 e 14.30 – Visita guidata a un centro di produzione del Gailtaler Speck
dalle ore 10-19 – Musica dal vivo (senza amplificatori)
ore 19 – Intrattenimenti vari

Domenica, 3. giugno
dalle ore 9-18 – Musica dal vivo tradizionale
ore 13.30 e 14.30 – Visita guidata a un centro di produzione del Gailtaler Speck
Per maggiori informazioni visita: www.speckfest.at

Gailtaler Speck: ad Hermagor la festa dell’affumicato della Carinzia

Gailtaler Speck: ad Hermagor la festa dell’affumicato della Carinzia

Speck dell’Alto Adige: produzioni e vendite sempre più in alto

Un po’ di numeri aggiornati sull’andamento della produzione e delle vendite di Speck dell’Alto Adige che ci vengono trasmessi direttamente dal Consorzio di Tutela dello Speck Alto Adige

Speck Alto Adige

Speck Alto Adige

Nel 2011 la produzione di speck in Alto Adige ha registrato una notevole crescita. Il numero complessivo di baffe provenienti dai produttori riconosciuti dal Consorzio Tutela Speck Alto Adige è stato di 6,4 milioni (28.700 tonnellate): ciò significa una crescita dei 4,2 percento rispetto all’anno precedente. Anche la produzione di Speck Alto Adige IGP (indicazione geografica protetta) ha registrato un andamento positivo ed è stata di quasi 2,5 milioni (10.800 tonnellate) di prodotto marchiato con una crescita dell’1 percento. Rispetto alla produzione totale di speck la quota di Speck Alto Adige IGP dei produttori riconosciuti equivale nel 2011 al 38 percento: questo dato rispecchia la tendenza positiva degli ultimi anni.

Lo Speck Alto Adige viene proposto in commercio nelle più svariate forme. Un grande successo è rappresentato dal consumo della confezione di speck pre-affettato che nel corso del 2011 ha registrato una crescita del 6 percento. L’andamento in questo settore è ancora più positivo, con una produzione di 14 milioni di pezzi, per la confezione da 100 grammi. Uno sviluppo contrassegnato da un leggero aumento rispetto all’anno precedente è dato poi dalle baffe intere (26 percento della produzione totale), vendute principalmente nel reparto gastronomia e nei negozi con vendita al dettaglio.

Non vi resta che visitare la scheda dello Speck Alto Adige all’interno del nostro sito, per sapere tutto su questa produzione tipica e correre a comprarne un po’ per far sì che le vendite aumentino ancora di più!!!

 

Torta di brisée con Speck

Torta di brisè con Speck

Torta di brisè con Speck

Vogliamo stimolare la tua fantasia! Lo speck è buonissimo da solo, ma l’hai mai assaggiato assieme ad una torta salata?
Le due cose assieme saranno una vera e propria estasi per il tuo palato! Ti vengono in mente altri abbinamenti più riusciti? Sfidaci!

INGREDIENTI

  • 6 fette di Speck
  • un rotolo di pasta brisée
  • 400 g di erbette surgelate
  • 200 g di squacquerone
  • 3 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 2 uova
  • olio extra vergine di oliva
  • sale

Lessare le erbette, scolarle e rosolarle in una padella con poco olio, per 10 minuti. In una ciotola sbattere le uova con un pizzico di sale. Tenerne da parte un cucchiaino e mescolare il resto con lo squacquerone, le erbette e 2 cucchiai di parmigiano. Stendere la pasta brisée in una teglia da forno dai bordi alti e bucherellare il fondo con una forchetta.

Spolverare con il parmigiano avanzato, foderare con lo Speck, quindi aggiungere il composto di erbette. Girare i bordi della pasta in modo decorativo e spennellarli con l’uovo tenuto da parte. Cuocere in forno caldo a 180° C per 40 minuti o fino a doratura.