Piccolo reportage sui prosciutti presenti al Salone del Gusto – Terra Madre 2012

Siamo andati al Salone del Gusto – Terra Madre 2012 a Torino e per voi abbiamo raccolto alcune informazioni, scatti e video sui più noti prosciutti DOP e IGP presenti alla kermesse del cibo di alta qualità.

Diversi i prosciutti presenti al Salone del Gusto 2012, alcuni con stand propri, altri inseriti all’interno degli stand regionali.

Il Prosciutto di San Daniele DOP

Food blogger allo stand del Consorzio del Prosciutto di San Daniele

Food blogger allo stand del Consorzio del Prosciutto di San Daniele

Il Consorzio del Prosciutto di San Daniele ha incentrato la sua presenza su uno stand volto all’experience del prosciutto e alla cultura di prodotto, con uno stand per degustazione e un learning center dedicato a lezioni di cucina, degustazioni guidate e abbinamenti con vini e pani tipici del Piemonte, lezioni su come si riconoscere il San Daniele, come si taglia e si conserva. Le lezioni di cucina sono state proposte dallo chef Claudio De Stefano che ha illustrato le ricette creative da lui realizzate (Cremino di fois gras  e prosciutto di San Daniele con gelatina di Friulano, yogurt acido e fichi, Gamberoni al vapore in manto di prosciutto di San Daniele e germogli di crescione, Rollè di prosciutto di San Daniele formaggi caprini friulani freschi su crema di avocado e sciroppo di aceto balsamico.

 

Il Prociutto di Norcia IGP, presente con uno stand per degustazione del prodotto


 

Interessanti anche perché sconosciuti ai più alcuni Presidi slow food trovati al Salone del Gusto, come quello del Prosciutto del Casentino.
Il Presidio ha recuperato la tradizione antica partendo da una sperimentazione sulla materia prima e cercando quindi di raggiungere la qualità delle antiche razze. Questi animali, secondo le regole di un disciplinare rigoroso, sono allevati secondo il sistema tradizionale all’aperto: l’alimentazione è costituita prevalentemente dal pascolo (nel sottobosco di querce e castagni) con l’integrazione di prodotti vegetali naturali. Sono macellati soltanto quando raggiungono il peso minimo di 120, 160 chilogrammi. Il disciplinare che i produttori e gli allevatori aderenti al Presidio hanno completato, prevede inoltre un’allungamento dei tempi di stagionatura per far sì che siano adeguati al raggiungimento del profilo organolettico migliore per la valorizzazione di questo grande prodotto.

… o quello del Prosciutto Bazzone

Il Presidio riunisce tre produttori, che hanno raccolto la sfida di ricostruire un’intera filiera produttiva, così da garantire sia la provenienza dei maiali utilizzati, sia la loro alimentazione. Il percorso è completato dalla stesura di un disciplinare, che codifica il procedimento di produzione tradizionale, naturalmente senza l’uso di sostanze additive e conservanti, e fissa il periodo di permanenza in locali e cantine naturali di stagionatura in non meno di 24 mesi.
Il prosciutto Bazzone deve essere tagliato a coltello: non solo per la sua dimensione ma anche per esaltarne le caratteristiche organolettiche. Il grasso è roseo e delicato; i profumi prevalenti sono vegetali: ghianda, muschio, castagna e, a volte, noce. Il sapore penetrante e delicatamente aromatico, unito a una buona persistenza, ne fanno poi ideale accompagnamento del tipico pane di patate garfagnino.

 

Spero che, come noi, anche voi abbiate scoperto qualcosa di nuovo, anche se non siete riusciti a passare da Torino al Salone del Gusto… e che questo post vi abbia fatto venire, oltre all’acquolina in bocca, anche la curiosità di andare a visitare i tanti luoghi d’Italia in cui cultura, tradizione e sapori della terra si incontrano per dare vita a questi prodotti così genuini.

Salone del Gusto e Terra Madre, un meeting di prosciutti DOP, DOC e IGP

Quest’anno Salone del Gusto e Terra Madre sono una cosa sola: un unico grande evento che si è aperto ieri e continuerà fino al 29 ottobre a Torino (Lingotto Fiere e Oval). L’evento organizzato da Slow Food, Regione Piemonte e Città di Torino, in collaborazione con Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, vede l’oggetto del nostro portale, ovvero il prosciutto, un vero protagonista.

Presso lo stand del Consorzio del prosciutto di San Daniele (PAD. 1 – A052 – B051) la presenza del Prosciutto friulano si farà quest’anno ancora più interattiva. Un programma ricco di appuntamenti attenderà il pubblico di visitatori, con degustazioni guidate, istruzioni per l’uso, corsi di cucina ed intrattenimenti che consentiranno di conoscere ancora più da vicino il Prosciutto di San Daniele e i suoi segreti. (qui il programma scaricabile).

Ma anche il il prodotto principe della salumeria norcina, il prosciutto Igp di Norcia, siede al salone del gusto di Torino. Oggi nel territorio di Norcia e Preci vi sono dieci insediamenti produttivi con altrettanti soci che rappresentano una produzione media di prodotto di circa 350mila pezzi, che rappresentano una nicchia di un prodotto eccellente. Al Salone del Gusto, in una area espositiva di 24 metri quadrati allestita con materiale promozionale del Consorzio nursino, verranno effettuate degustazioni continue per l’intero periodo dei cinque giorni, verranno distribuiti dei gadget promo-informativi del Consorzio di tutela del prosciutto Igp di Norcia, tra i quali una chiavetta usb, in cui sono inserite tutte le informazioni sulle caratteristiche di questa tipicità.

Nei prossimi giorni vi faremo un piccolo reportage della presenza dei vari prosciutti italiani al Salone del Gusto &Terra Madre, stay tuned!

Salone del Gusto

Salone del Gusto